pensiero

Nella corsa gli ultimi non sono certo meno degni dei primi. Anzi, per certi aspetti lo sono anche di più. Arrivano fino in fondo correndo molte ore in più di quelli che sono in testa. Arrivano fino in fondo anche se sanno fin dall’inizio che non avranno mai una medaglia al collo.
(Marco Olmo)

domenica 25 giugno 2017

BRONZONE TRAIL– XXV° Memorial “Pierluigi Plebani”


BRONZONE TRAIL  25 giugno 2017
Gara nazionale di trail running

Scelta audace per l'atletica Paratico e per il suo presidente Ezio Tengattini ma, per oggi, scelta indovinata. Trail running  da Paratico (BS)  al Colle San Fermo (BG), passando per la cima del Bronzone a mt 1300 di altitudine. Percorso di 21 km con dislivello totale di 1600 metri, attraverso sentieri impegnativi ma sorprendentemente panoramici, affacciati sul lago di Iseo, sulle torbiere,  sulla Franciacorta e sulla Valle di Adrara. Se l'obiettivo era quello di far conoscere i percorsi del Bronzone e di Adrara e se l’obiettivo era di aprire nuove prospettive per visualizzare  il lago e le valli, l'obiettivo è pienamente raggiunto.

Il percorso è impegnativo sia nelle salite che nelle discese, per fortuna alternato ad ampi tratti di recupero, ma la tensione si scioglie solo dopo il traguardo. Si parte con una salita  impegnativa  fino al monte Bronzone, 10 km, seguita da spostamenti in quota con brevi discese e salite  e seguita da un “muro” in prossimità del 15 km indimenticabile  perché durissimo per le gambe vicine al limite.
La scelta organizzativa è audace perché il percorso non é privo di rischi e le variabili meteo possono fare una differenza rilevante. Per questa edizione, il temporale che si é abbattuto sull’intero percorso pochi minuti prima della partenza, ha creato sia il panico sia le condizioni ottimali di temperatura per correre fino al traguardo; diversamente, con il caldo torrido dei giorni precedenti, la gara sarebbe risultata altamente selettiva e con diversi problemi organizzativi.
Organizzazione da grandi eventi sportivi: tutto bene dalla consegna del pettorale al pasta party finale, tutto è risultato ben curato. Molte le persone presenti sul percorso per assistere i runners e molti i ragazzi giovanissimi. Un grazie sincero a tutti, organizzatori, volontari  e sponsor.
Vittoria meritata di Rambaldini e Running Cazzago tra i best team presenti, con 10 atleti, non tutti preparati per la montagna, ma contenti di esserci.
                                                                                                                                                                                                        Tarcisio S.

Foto by Anita


Nessun commento:

Posta un commento